Un pensiero al mese – Ottobre 2018

Numeri sulla lavagna

Fuori dalla finestra

 

In Ottobre comincia a fare freddo e i termosifoni sono ancora spenti, a scuola.
Se guardi fuori dalla finestra, ti viene un po’ di malinconia pensando alle vacanze estive. Sembrano già così lontane…

 

L’anno è cominciato, sono quasi finiti i “ripassi” e Matilde comincia di nuovo a perdere colpi.
La maestra di Terza D della scuola primaria G. Rodari fa fare tante cose. Ha iniziato con le divisioni… ma Matilde preferisce i dettati.
I numeri proprio non entrano, in effetti non le dicono niente.

 

Il bambino seduto al banco di fianco al suo, invece, si diverte con queste nuove cose da imparare. Sa già tutte le tabelline a memoria e la tavola pitagorica incollata all’inizio del quaderno non la guarda nemmeno. Matilde invece…

 

La mamma ha detto di non preoccuparsi: anche Matilde imparerà, ma intanto non le viene in mente cosa deve fare per risolvere 24:6.
Gli altri compagni rispondono velocemente quando la maestra fa qualche domanda, allora Matilde pensa di essere l’unica che non ha capito, che non si ricorda.

 

Durante la lezione le è caduta la penna, ad un certo punto. Va a prendere la penna e si risiede al banco.
La maestra si avvicina. Dolce, profumata. È sempre di buon umore. E chiede a Matilde: “Mi fai vedere il quaderno? Vediamo come hai lavorato stamattina!” Tutta affannata, Matilde gira il quaderno sul banco. La maestra lo guarda, fa di sì con la testa e le dice: “Hai lavorato bene: si vede che ti sei impegnata!”

 

Poi la maestra si rivolge a tutti: “Bambini, ho preparato uno schema per le divisioni. Chi lo vuole distribuire? Dobbiamo attaccarlo sul banco con lo scotch di carta! Così ce l’avete sempre sott’occhio!”
Allora non è l’unica, Matilde…

 

La bambina guarda fuori dalla finestra. La scuola è ricominciata. In autunno tanto al mare non si va, dove vive lei. Meglio stare a scuola con i suoi compagni e con la sua maestra.

 

Dott.ssa Cristina Franceschini

 

 

Torna al Blog